Return to site

Social Change Wave: uno sguardo al futuro!

"Alla fine, questo è esattamente quello che ci serve per continuare a progredire e per creare il cambiamento che la persone e le città meritano.​"

GRAZIE A TUTTI!

E’ il momento che tutti stavamo aspettando, l’annuncio ufficiale dei nostri 3 vincitori che porteranno le loro idee dal Social Change Weekend verso luoghi e persone nuovi! Siamo orgogliosi di tutti i nostri partecipanti, sono venuti con idee brillanti e speriamo che tutti continuino a lavorare verso un cambiamento sociale positivo in ogni modo possibile!

SHERALO

Il nostro primo vincitore, Francesco Marinelli, con il suo progetto Sheralo, continuerà partecipando ad un periodo di incubazione sociale di due settimane a San Francisco con TarmacSF, partner di Dialogue Place.

La sua idea si concentra su oggetti inutilizzati e riciclabili con un alto potenziale creativo; una bella idea supportata dal motto: Non buttarlo, Sheralo!

Il processo inizia e finisce sulla stessa pagina web; inizia con le persone che regalano beni usati e non più utili sul mercato online dove artigiani (Upcycler) li riportano a vita nuova e, poi, li rivendono sulla stessa pagina web.

Diversamente dagli altri mercati online che vendono oggetti usati, Sheralo coinvolge prodotti creativi e innovativi fatti da artigiani esperti piuttosto che uno spazio per l'acquisto e la vendita di oggetti ambigui.

Dal materiale riciclabile alla creazione finale, vendibile sulla piattaforma, l’idea vorrebbe essere quella di creare un collegamento tra coloro che hanno gli oggetti da regalare e coloro che hanno bisogno di materiali di base per nutrire la propria immaginazione. Non vediamo l’ora di vedere quanto lontano andrà Sheralo!

ARGINALIA

La vincitrice del nostro secondo premio è Silvia Scardapane con il suo progetto Arginalia che continuerà partecipando ad un periodo di incubazione sociale di una settimana a Parigi con LeComptoir, partner di Dialogue Place

Arginalia intende portare la bellezza della street art, specialmente quella di Napoli Est, al mondo del turismo alternativo,con la creazione di workshop, produzione ed, eventualmente, vendita, per gestire un profitto che andrebbe ad autofinanziare la comunità.

Questo passaggio di transizione è un vantaggio per la città di Napoli ed anche per tutte le città che stanno vedendo una grande quantità di artisti che si esprimono attraverso la street art.

La riuscita implementazione di Arginalia consentirebbe un'interpretazione più diversificata sia del turismo, sia di ciò che il turista può vedere.

Il messaggio che si vuole mandare è quello di capire nuovi modi di rivitalizzazione dell’economica attraverso la comprensione di ciò che una città ha da offrire, in modo che sia la comunità locale che internazionale possono trarre beneficio.

Creando nuovi punti turistici, modellati dalle alternative moderne della città, Arginalia cerca innovazione nelle forme d’arte e di espressione.

ROBBIN

I vincitori del nostro terzo premio sono Louis Benjamin Ndong, Luigi Espasiano e Roberto Rossetto che collettivamente parteciperanno ad una 4 giorni sulla BoatCamp2017, viaggiando da Napoli a Barcellona mentre discutono e presentano la loro idea, RobBin. Lo scopo della loro idea è abbinare due componenti principali,ossia smaltimento efficace e sostenibile dei rifiuti negli spazi aperti e l'accesso alle competenze e al talento di immigrati qualificati specializzati nel design tecnologico.

La potenza di RobBIN deriva dalla facilità di smaltimento dei rifiuti in un singolo “robot cestello” che organizza automaticamente il materiale in compartimenti a seconda che sia carta, plastica, cibo ecc

La qualità innovativa di RobBIN si estende ulteriormente, passando dall'assunzione e al coinvolgimento di un numero di persone che pur essendo istruite non riescono ad avere le opportunità di lavoro.

Concentrandosi sulle loro abilità e sull’educazione internazionale, RobBin promuoverà la connessione di diverse nazionalità e culture creando nel frattempo una gestione dei rifiuti rispettosa dell'ambiente, ingegnosa e pulita.

FACCIAMO IL PUNTO

Il successo del Social Change 2017 è dovuto al gran numero di sforzi compiuti dal nostro staff, dai partecipanti, dai mentors e dagli speakers.

Insieme, noi tutti abbiamo creato una community di pensatori e di attuatori dove le discussioni sono abbondanti e le conversazioni non finiscono mai.

Alla fine, questo è esattamente quello che ci serve per continuare a progredire e per creare il cambiamento che la persone e le città meritano.

Rimanete collegati per collaborazioni ed eventi futuri!

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly